Lavorare in sicurezza dopo il Covid-19: il bando 'Impresa Sicura' di Invitalia per i dpi

Invitalia ha pubblicato sul proprio sito il bando "Impresa Sicura" a sostegno della continuità, in sicurezza, dei processi produttivi delle imprese.

L'iniziativa, rivolta a imprese di ogni dimensione operanti in Italia, può contare su 50 milioni di euro - comprensivi degli oneri di gestione e fatti salvi eventuali incrementi della dotazione finanziaria disposti con successivi provvedimenti - che permetteranno di ottenere li rimborso delle spese sostenute per acquistare dispositivi e altri strumenti di protezione individuale finalizzati al contenimento dell’emergenza COVID-19 e le cui caratteristiche tecniche rispettano tutti i requisiti di sicurezza previsti dalla vigente normativa.

Sono ammissibili le spese effettuate tra il 17 marzo e la data di invio della domanda di rimborso per l’acquisto di:
• mascherine;
• guanti in lattice, in vinile e in nitrile;
• dispositivi per protezione oculare;
• indumenti di protezione quali tute e/o camici;
• calzari e/o sovrascarpe;
• cuffie e/o copricapi;
• dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;
• detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici.

Il rimborso è concesso fino al 100% delle spese ammissibili, per un importo massimo di 500 euro per ciascun addetto dell’impresa richiedente e fino a 150mila euro per impresa, fino ad esaurimento della dotazione finanziaria disponibile. 

La prenotazione del rimborso potrà essere inviata dall'11 maggio fino al giorno 18 di questo stesso mese, verrà poi stilato un elenco delle prenotazioni ricevute, in ordine cronologico, e dal 26 maggio all'11 giugno sarà possibile compilare digitalmente la domanda.

Per leggere tutte le informazioni è possibile seguire il link: bando 'Impresa Sicura'.

invitalia logo

Pin It